Cefalù è pronta ad ospitare il Meeting Francescano del Mediterraneo, giunto alla sua terza edizione, e si trasformerà per tre giorni dal 10 al 12 maggio in un luogo di dialogo, di scambio, di confronto e di formazione, su temi che caratterizzano la nostra quotidianità, aperto a tutti e gratuito. Un evento con respiro internazionale che aiuterà a riscoprire, conoscere, attualizzare e concretizzare i valori e la figura di Francesco d’Assisi, che da sempre affascina e attrae credenti e non credenti, ma anche un modo per approfondire e confrontarsi su tematiche di stretta attualità con incontri, workshop e dibattiti, arricchiti dalla presenza di numerosi ospiti: dall’intelligenza artificiale alla comunicazione social, dalla problematica degli incendi alle nuove prospettive dell’economia, dalla guerra al tema delle comunità resilienti.

Partecipare al Meeting consentirà di scoprire e approfondire le nuove frontiere dell’intelligenza artificiale con le sue implicazioni sociali ed etiche, il metaverso e il deep learning, grazie al contributo del ricercatore del CNR Giovanni Pioggia e del fondatore di South Working Mario Mirabile. Oppure ci si potrà confrontare sulle nuove sfide del mondo social in continuo cambiamento, una metamorfosi che implica un mutamento delle abitudini, delle relazioni e delle interazioni tra le persone incontrando, fra gli altri fra Alessandro Martelli ofm, responsabile della Pastorale giovanile della provincia Toscana.

Chi è interessato alle nuove prospettive dell’economia potrà scoprire i nuovi orizzonti delle imprese sempre più concentrate sullo sviluppo e il benessere delle persone con il docente di Management dell’Innovazione presso la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, Andrea Piccaluga, il Consigliere di Amministrazione di Banca Etica, Luciano Modica, il fondatore e amministratore delegato di RICCA IT, Stefano Ricca.

E ancora: il dirigente regionale della Protezione Civile della Regione Siciliana, Salvatore Cocina, insieme all’assessore regionale Territorio e Ambiente Elena Pagana, al presidente del Comitato dei Promotori della Carta dei Comuni Custodi della Macchia Mediterranea, Vincenzo Piccione, e al presidente AssoCEA Messina APS Francesco Cancelleri guideranno una riflessione sull’importante tema della custodia del creato e del cambio di paradigma dall’emergenza alla prevenzione degli incendi che ogni anno devastano la nostra regione.

In una terra, quella siciliana così come il Sud Italia, colpita fortemente dalla desertificazione ambientale e demografica è di stretta attualità poi il tema delle “Comunità resilienti” e la ricerca di risposte innovative per affrontare le sfide sociali, economiche e ambientali del tempo presente che verranno approfondite da Michela Lazzaroni, docente di Geografia Economica e Politica dell’Università di Pisa insieme a fra Mauro Billetta e lo psicoterapeuta e presidente regionale Demos, Antonino Solarino.

A circa un mese dalle prossime elezioni europee inoltre ci si potrà incontrare e confrontare sul futuro dell’Europa, una Europa forte, unita e resiliente, insieme a Graziano Delrio, già Ministro della Repubblica e presidente del Comitato parlamentare Schengen, Europol e immigrazione, e a padre Gianni Notari, direttore dell’Istituto di Formazione Politica “Pedro Arrupe”.

Chi vive nella fede e in essa cerca la forza nella fatica della quotidianità potrà riflettere, a partire dalle Stimmate di San Francesco su come le ferite possono diventare feritori di vita nuova e rinnovata con fra Antonino Caltalfamo ofm, ministro provinciale dei Frati minori di Sicilia, e Tiziana Frigione, ministra della fraternità OFS, dirigente medico psichiatra e psicoterapeuta all’Asp di Messina.

E durante un Meeting ispirato alla figura di Francesco, a partire dalle tragiche immagini che ci arrivano dalla Palestina con l’imminente operazione militare su Rafah non può mancare il tema sempre attuale della pace. A portare la propria testimonianza di Pace sarà fra Francesco Patton ofm, Custode della Terra Santa, intervistato da Lidia Tilotta, giornalista della Pace 2023 e vicecaporedattore della TgR Sicilia della Rai, in collegamento con il Cardinale Matteo Zuppi, presidente della Conferenza Episcopale Italiana. Il tema della pace sarà inoltre al centro dell’incontro con il fotografo e documentarista Francesco Faraci, componente di “Operazione Colomba” (Corpo Nonviolento di Pace della Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII) e il presidente nazionale di Azione Cattolica Giuseppe Notarstefano e nell’opera che realizzerà l’artista Igor Scalisi Palminteri e sfilerà per le vie di Cefalù da dove si alzerà un’unica voce con la Marcia per la pace.

E chi cercherà un momento di pausa, può fermarsi a prendere un “caffè francescano”, incontrando, conoscendo e fermandosi a parlare con frati, suore e giovani francescani.

La partecipazione a tutti i momenti e gli eventi del Meeting è aperta non solo ai francescani

ma a chiunque desideri partecipare.

Ma il meeting sarà anche un momento di festa con diversi momenti musicali e tante iniziative e laboratori rivolti ai più piccoli e alle loro famiglie.

La manifestazione permetterà di creare nuove ‘connessioni’ proiettando per tre giorni la cittadina normanna verso il mondo.